#UNSACCODARACCONTARE…in giro. A Brescia la prima tappa.

//#UNSACCODARACCONTARE…in giro. A Brescia la prima tappa.

#UNSACCODARACCONTARE…in giro. A Brescia la prima tappa.

Parte da Brescia il 5 aprile la prima tappa della mostra evento dedicata all’informazione e comunicazione sulla stomia. Ad ospitare i quattordici scatti dei protagonisti della campagna sociale FAIS è la Fondazione Poliambulanza. #UNSACCODARACCONTARE è la campagna nazionale di sensibilizzazione sociale che la FAIS onlus promuove e lancia nel 2017 in occasione del quindicesimo dalla fondazione. Nasce da un’ormai improrogabile necessità di portare alla luce la realtà delle persone portatrici di stomia, informando e diffondendo messaggi positivi e propositivi. La stomia, infatti, non è un problema né una malattia, bensì la soluzione ai tanti problemi che può vivere chi soffre di malattie quali colite ulcerosa, morbo di Crohn o tumori. L’evento è concepito come un percorso grazie al quale il visitatore può iniziare a conoscere il mondo della stomia attraverso le testimonianze delle persone che la vivono, le attività ed i progetti pensati per migliorare la qualità di vita. La mostra è il primo progetto itinerante organizzato da un’associazione pazienti e toccherà diverse città italiane.

L’ideazione e la realizzazione del progetto fotografico, fortemente voluto dalla Federazione, sono state affidate ad Alice Demontis – fotografa di ritratto e reportage – che in collaborazione con Francesco Collinelli – regista e direttore della fotografia – ha creato una campagna che, seppur istituzionale, è informale e diretta. In maniera efficace e funzionale, per azzerare la distanza tra le testimonianze e l’opinione pubblica, lascia la parola a persone e storie reali. Sono persone che, superando qualsiasi imbarazzo, hanno deciso di metterci la pancia e anche la faccia per raccontare i propri pensieri ed esperienze di vita a tutti, vecchie e nuove generazioni: a chi già convive con un sacchetto, a chi ha la possibilità di stare vicino a una persona stomizzata ma anche a chi di stomia non ha mai sentito parlare. Nonostante la diffusione di questa pratica chirurgica, il fenomeno è ancora pressoché sconosciuto. Le questioni legate all’intestino sono, infatti, considerate socialmente imbarazzanti, per questo motivo manca ancora un’adeguata informazione pubblica. Questo tabù crea spesso pregiudizi verso lo stomizzato, che sentendosi discriminato tende a chiudersi in se stesso e fatica a riappropriarsi della propria vita. Nel 2018 la campagna ha ottenuto il prestigioso patrocinio della Fondazione Pubblicità Progresso.

By | 2019-03-31T14:08:30+02:00 Aprile 1st, 2019|Articoli|Commenti disabilitati su #UNSACCODARACCONTARE…in giro. A Brescia la prima tappa.