Smart Ostomy Support: il progetto di smartworking di FAIS al servizio delle persone incontinenti e stomizzate.

//Smart Ostomy Support: il progetto di smartworking di FAIS al servizio delle persone incontinenti e stomizzate.

Smart Ostomy Support: il progetto di smartworking di FAIS al servizio delle persone incontinenti e stomizzate.

Ancora una volta la FAIS intende promuove un progetto innovativo che può migliorare sensibilmente la qualità di vita delle persone. L’iniziativa di applicazione dello smart working in ambito sanitario, nel settore dell’incontinenza e della stomia, ideata dalla FAIS, grazie ad un grande lavoro dell’ing. Nicola Caione, responsabile del progetto e socio della A.S.I. Lazio(aderente alla FAIS), è unica nel suo genere in Italia. I punti di forza del progetto sono molteplici: si va dal sostegno a cittadini in difficoltà, alla possibilità di ampliare il bacino di utenza, perché sarà possibile arrivare a più persone bisognose di assistenza. A questi si aggiungono la riduzione dei costi e dell’impatto ambientale e per finire il miglioramento della qualità di vita dei medici e dei pazienti.  L’obiettivo è di fornire un modo nuovo di intervenire in percorsi di assistenza alla persona che mai erano stati sperimentati. La gestione della stomia, di fatto, si presta perfettamente alla modalità di erogazione del servizio perché si tratta, nella maggior parte dei casi, di una condizione che può essere gestita anche (ma non esclusivamente) da remoto. L’approccio integrato tra visite in presenza ed a distanza permetterà anche di snellire i tempi di attesa negli ambulatori e di rendere più immediati gli effetti di una consulenza fornita dal professionista. Il progetto è stato già presentato pubblicamente in diversi contesti ed i primi feedback ricevuti attraverso i canali social dimostrano che la via tracciata è valida. L’iniziativa proposta ha un rilievo nazionale, che può trovare spazio sui media specializzati come le riviste di settore, e generalisti TV, giornali. Al momento i partner scientifici e tecnologici individuati sono la I-TEL ed il GamificationLab dell’Università La Sapienza di Roma. La i-TEL è una azienda operante nel settore delle telecomunicazioni e dei sistemi informativi sanitari che svilupperà la piattaforma per la gestione degli appuntamenti per stomaterapisti, volontari e pazienti. Si occuperà poi della raccolta della disponibilità dei volontari e dell’integrazione con l’applicazione di gamification. Quest’ultima sarà impiegata per preparare il paziente alla gestione della stomia e dei presidi sanitari (pre-intervento chirurgico) e raccogliere dati utili a verificare l’aderenza alla terapia (post-intervento).

il 21 gennaio 2020 sono stati firmati i  primi tre protocolli d’intesa con strutture sanitarie di primo livello con Fondazione Poliambulanza di Brescia, Aulss 6 Euganea del Veneto e l’Istituto  Nazionale dei Tumori  di Napoli “Fondazione Pascale”. Sono inoltre in corso la definizione di accordi con altre strutture sanitarie.

Altri partner di progetto: Ordine degli Ingegneri di Roma e prov., Prioritalia, Variazioni, Sicheo, ENEA, ASI Lazio.

Lo smartworkig è una nuova filosofia manageriale fondata sulla restituzione alle persone di flessibilità e autonomia nella scelta degli spazi, degli orari e degli strumenti da utilizzare a fronte di una maggiore responsabilizzazione sui risultati. E’ una modalità di lavoro in costante crescita nel settore privato e nella P.A, ma ancora agli inizi in ambito sanitario. L’innovazione tecnologica e la crescente diffusione di sistemi informativi sanitari integrati, ed accessibili anche da remoto, rende possibile l’interazione a distanza medico paziente e può abilitare quindi lo smart working anche per questo settore. Le modalità di lavoro dei medici non potranno che beneficiare dell’innovazione degli strumenti e della digitalizzazione dei work flow di lavoro. E’ necessario però che questo cambiamento sia accompagnato da un lavoro preparatorio sui processi, investendo nella formazione dei medici e di tutto il personale che opera nella Sanità. Naturalmente anche il ruolo del cittadino evolve e deve essere adeguatamente informato delle possibilità offerte dalle cure a distanza.

Video correlati

Presentazione Ufficiale Progetto SOS – 21 gennaio 2020 Ministero della Salute
Conferenza Stampa S.O.S. – 21 Gennaio 2020 Ministero della Salute. Video integrale
Presentazione progetto S.O.S. 21.01.2020 Ministero della Salute. Intervista viceministro Sileri
L’ing.Nicola Caione racconta il progetto Smart Ostomy Support della FAIS
30 ottobre 2019 Presentazione progetto S.O.S. al Forum PA Salute

Dicono di noi

By | 2020-03-11T11:20:14+01:00 Marzo 10th, 2020|Articoli|Commenti disabilitati su Smart Ostomy Support: il progetto di smartworking di FAIS al servizio delle persone incontinenti e stomizzate.

Associazioni aderenti alla FAIS

Scrivi alla FAIS

Chiama la FAIS

Iscriviti alla Newsletter FAIS

Articoli recenti