Parole, parole, parole….

//Parole, parole, parole….

Parole, parole, parole….

Abbiamo fatto un esercizio caricando su un generatore di word cloud i testi degli accordi quadro/gare che sono stati promossi in alcune regioni italiane per l’acquisto di presidi per incontinenza e stomia. Ovviamente è solo un “gioco” fatto con le parole, ma secondo noi può comunque stimolare il dibattito e far riflettere.

Qui sotto potete vedere il risultato. Le parole “persona”, “adeguatezza”, “scelta” sono praticamente assenti. Eppure nei tanti incontri avuti con le istituzioni sono termini tra i più usati dai decisori per “tranquillizzarci”. Non abbiamo bisogno di questo, e soprattutto non ci piace quando ci trattano come dei poveri cristi con l’anello al naso che non sanno come funzionano i meccanismi del sistema amministrativo-burocratico regionale. Crediamo di aver dato ampia garanzia di competenza e credibilità in tutte le sedi dove ci siamo confrontati. Non ci siamo mai sottrati al confronto.

Continueremo la nostra azione di pressione per evitare che le gare vadano a minare i nostri diritti, siamo stanchi di promesse e buone intenzioni. Il paziente/persona al centro non è uno slogan, ma deve trovare corrispondenza tra quanto le norme prescrivono e i politici/burocrati devono mettere in essere.

Pier Raffaele Spena – Presidente FAIS

 

Esempio di Word cloud su accordo ESTAR Toscana per acquisto presidi stomia
By | 2019-10-25T10:53:39+01:00 Ottobre 25th, 2019|Articoli|Commenti disabilitati su Parole, parole, parole….