Lettera aperta del nuovo Presidente ai Presidenti delle Associazioni aderenti

//Lettera aperta del nuovo Presidente ai Presidenti delle Associazioni aderenti

Lettera aperta del nuovo Presidente ai Presidenti delle Associazioni aderenti

Vogliamo condividere con tutti Voi la lettera aperta del nuovo Presidente Nazionale Pier Raffaele Spena inviata a tutti i Presidenti regionali, provinciali e ai gruppi spontanei aderenti alla Fais Onlus.
Ci sta particolarmente a cuore il messaggio lanciato e riassunto nell’ultima frase suggerita dal nuovo Segretario Nazionale Roberto Aloesio.

Caro/a Presidente,

Il 30 marzo scorso ho avuto l’onore di essere nominato presidente della Federazione. La soddisfazione è pari alla responsabilità che sento, ma questa deve essere da stimolo per fare di più e meglio. Rappresentiamo migliaia di persone stomizzate e Incontinenti in Italia che, nonostante i successi finora raggiunti, aspettano ancora risposte ai loro legittimi bisogni. 

Il nuovo direttivo, grazie anche al fondamentale contributo di Marina Perrotta, che nella sua nuova veste di Past President è anche delegata a normative, incontinenza e affari europei, lavorerà per migliorare la qualità di vista delle persone, implementando progetti e ascoltando le voci dei vari territori.

Come saprete ho accettato anche la delega agli affari regionali ed è mia intenzione svolgerla pienamente. A tal proposito vi anticipo che proporrò al Direttivo di istituire una Consulta interregionale, divisa in macro aree Nord-Centro-Sud Italia, che avrà, tra l’altro, l’obiettivo di favorire lo scambio di informazioni tra le associazioni regionali aderenti alla FAIS, tenersi aggiornati su norme e leggi e implementare progetti congiunti.

Inoltre, Vi riporto in sintesi i punti sui quali concentreremo la nostra azione nei prossimi tre anni:

  • Incontinenza: dopo anni di grande lavoro sulla stomia apriamo finalmente anche all’incontinenza, proponendoci alla comunità come interlocutore serio ed affidabile. Nel 2019 attiveremo diversi progetti come la realizzazione di una campagna di sensibilizzazione da lanciare durante la Giornata Nazionale del 28 giugno e una giornata di studio e confronto a livello nazionale sul tema.
  • Stomia: continueremo la nostra azione d’informazione e comunicazione e promuoveremo alle realtà locali diversi progetti pilota da svolgere sul territorio.
  • Nuovi servizi: per venire incontro alle richieste raccolte negli ultimi anni dovremo impegnarci per fornire nuovi servizi sia alle associazioni che alle persone. Consulenze gratuite, informazioni personalizzate e formazione specifica sono solo alcune delle priorità.
  • Disegno di Legge: è giunto il momento di dare una sferzata decisiva alla conversione in legge del DdL Stomizzati, avviando consultazioni con le varie parti politiche che dovranno sostenerlo e votarlo.
  • Europa: Nel 2020 ospiteremo il Congresso Europeo EOA, sarà l’occasione per un nostro rilancio in Europa dove porteremo le nostre istanze. Inoltre, guarderemo anche nuove possibilità di collaborazione con soggetti europei che condividono la nostra missione.
  • Nuove adesioni: a partire da questo mese due nuove associazioni aderiscono alla FAIS. Mi riferisco alla A.S.I. Lazio e Associazione Incontinenti e Stomizzati di Maddaloni(Caserta). Altre realtà associative ci guardano con interesse.
  • Pubbliche relazioni: Tutti i progetti che intendiamo portare avanti a livello nazionale devono contare sulla nostra capacità di creare rete e farci conoscere. È prevista, pertanto, un’intensa attività di lobby a più livelli e di partecipazione alle attività promosse nei vari territori che possono rappresentare una concreta opportunità di crescita.
  • Rappresentanza: Impegno forte e costante sarà quello di essere nei luoghi istituzionali dove si decide, solo in questo modo potremmo cambiare le cose. Massima disponibilità, per esempio, a proporre tavoli tecnici a livello regionale e nazionale per discutere di stomizzati e incontinenti.
  • Organizzazione interna: Un lavoro importante ci aspetta per rendere la Federazione sempre più efficiente. Per questo si dovranno migliorare le comunicazioni tra centro e periferia e armonizzare alcuni standard in modo da avere all’esterno un’immagine coordinata e chiara. L’adeguamento alle nuove regole dettate dalla riforma del Terzo Settore potrà essere un’occasione anche di rinnovamento in questo senso.

Questi sono solo i punti che più ci stanno a cuore, ma l’attività FAIS prosegue a 360° nell’interesse di tutte le persone. Chiudo con una massima di Annibale suggeritami da Roberto Aloesio e che trovo molto attuale:

“Noi, o troveremo una strada, o ne costruiremo una”

Buon lavoro a tutti!

Pier Raffaele Spena
Presidente Fais Onlus

By | 2019-04-08T18:20:35+02:00 Aprile 8th, 2019|Articoli|Commenti disabilitati su Lettera aperta del nuovo Presidente ai Presidenti delle Associazioni aderenti