L’esperienza dell’associazione al servizio della formazione.

//L’esperienza dell’associazione al servizio della formazione.

L’esperienza dell’associazione al servizio della formazione.

Lunedì 19 novembre  abbiamo partecipato al Master in Stomaterapia all’Università Cattolica Sacro Cuore e Fondazione Poliambulanza di Brescia. Rossella Guzzi e Pier Raffaele Spena della FAIS hanno incontrato gli studenti per portare l’esperienza dell’associazione.

E’ stato un pomeriggio intenso e ricco di emozioni, abbiamo avuto modo di raccontare il punto di vista della persona portatrice di stomia, ma non solo, è stata fondamentale anche la presenza dei parenti, che ogni giorno accompagnano e supportano nel percorso di ritrovata autonomia e accettazione.

Abbiamo chiesto loro due diversi riscontri:

il primo a caldo, cercando una parola che racchiudesse per loro l’esperienza, le parole chiave sono state

Il secondo a distanza di qualche giorno, per capire cosa resterà loro delle ore passate insieme, vi riportiamo alcune testimonianze:

L’incontro con le persone stomizzate lo vorrei sintetizzare con la parola “sogno”. Sogno perché sentire le testimonianze di persone che hanno avuto la forza di rialzarsi dopo una brutta caduta dà speranza. Una speranza intesa come meta a cui tutti i professionisti dovrebbero puntare. E ciò è possibile grazie alle persone stomizzate.

Katrin

Incontrare Pier Raffaele della Fais e i pazienti stomizzati è stato molto emozionante. Ascoltare l’esperienza di persone che hanno passato un periodo terribile e ne sono uscite vincitrici  è stata un’esperienza che mi ha insegnato che la forza umana può essere talmente potente da essere terapeutica.  

Laura

Incontrare i pazienti fuori dal contesto ospedaliero e ascoltare i loro racconti e le loro esperienze, è stata un’occasione di crescita professionale e umana. Ho capito cosa si aspettano da me, infermiera enterostomista, e cosa si augurano che io non faccia. A tratti è stato commovente, perché ho sentito condivisione, umanità e vicinanza.
Elena

L’esperienza di lunedì per me è stata molto toccante, probabilmente uno dei momenti più forti vissuto durante il periodo di lezioni. È stato bello vedere come Roberto e Rossella si sono aperti con noi e ci hanno raccontato le loro storie. Mi hanno trasmesso tanta positività e ancora più voglia di fare questo lavoro, soprattutto per essere d’aiuto alle persone che affrontano con spirito negativo il confezionamento di una stomia, ed aiutarli a riprendere in mano la loro vita. Che va vissuta giorno per giorno. Grazie ancora per averci dato questa opportunità!

Giulia

L’esperienza in aula con i pazienti stomizzati è stata molto interessante, si sono mostrati come persone molto disponibili e aperte nel presentare la loro esperienza di malattia e i loro vissuti come portatori di stomia. Mi hanno emozionato. Un altro aspetto molto bello del pomeriggio è stato vedere la nostra referente Danila commossa e orgogliosa nel presentarci i suoi “pazienti “. Grazie di cuore a tutti

Loretta

Grazie all’incontro ho avuto la conferma di quanto sia importante il rapporto ed i legami che si creano tra noi e i nostri assistiti. Lavoro in riabilitazione da più di dieci anni e fin da subito ho potuto apprezzare la possibilità di passare lunghi periodi con i pazienti ed i loro familiari. Mi piacerebbe diventare stomaterapista per poter seguire i pazienti fin dall’inizio e in tutto il percorso verso la guarigione.

Ingrid

Un pomeriggio costruttivo ed interessante quello trascorso con i colleghi e i pazienti che hanno raccontato parte del loro percorso di cura e di convivenza con la stomia. Interessante la descrizione dei progetti FAIS, una parola che porterò con me sarà sensibilità … e sensibilizzare. Mi hanno stupito le due testimonianze per la positività e voglia di combattere e amare la vita, spesso contrario all’atteggiamento di smarrimento e ansia che si osserva e assiste nei pazienti degenti all’inizio del loro cammino di cura. Dunque “insieme è più bello” e insieme si può fare tanto!

Sebastiana

Per me la parola d’ordine dell’incontro è stata “ricchezza”. La ricchezza delle esperienze di chi – anche grazie alla figura dello stomaterapista – ha trovato la forza e il coraggio di affrontare le paure e le difficoltà che la vita ha presentato. Entrare in contatto ed esserci con competenza e discrezione è tutto quello di cui ognuno di noi ha bisogno. Con o senza la stomia.
In questo, risiede il motivo della mia scelta professionale.

Eleonora

Noi speriamo portino questo sentimento di empatia verso la persona durante tutta la loro vita lavorativa, ci auguriamo ricordino sempre le parole e i concetti di questa giornata trascorsa insieme; come Federazione saremo sempre presenti per loro, anche tramite le Associazioni del territorio, perchè la collaborazione è importante, e esperienze come questa ne sono la prova.

A loro, infermieri futuri stomaterapisti, va il nostro augurio di una vita lavorativa e personale piena di soddisfazioni.

#RESTIAMOCONNESSI , anche in futuro.

Un grazie speciale a Danila Maculotti e Alberta Tameni, coordinatrici del Master.

Sfoglia la Foto Gallery:

By | 2018-11-23T10:33:30+00:00 Nov 23rd, 2018|Articoli|Commenti disabilitati su L’esperienza dell’associazione al servizio della formazione.